You are currently browsing the tag archive for the ‘Flicker’ tag.

Per il corso di comunicazione online abbiamo tutti dovuto dichiarare i nostri social network di appartenenza.

Visto che intendo specializzarmi in comunicazione e quella online è la mia preferita (a livello di studi, a livello personale preferisco il face to face) qualche tempo fa mi sono dedicata alla sperimentazione di tutti i social network che riuscivo a trovare.
Ce ne sono così tanti che di molti non riesco più a ricordare la funzione (e, spesso, neanche il nome)…
Nella scheda ho segnalato solo quelli che ho frequentato un po’ di più.

Però ho avuto alcuni dubbi su quali fossero realmente SN e quali no.

Facebook è un social network.
Myspace è un social network.

Fin qui nessun dubbio. Credo che questi due rappresentino il social network alla sua massima potenza.

Flicker e Youtube già mi hanno fatto pensare, ma mi sono subito rassicurata trovandoli iscritti in tutte le liste di solcial network del web.
Social Network concentrati su un oggetto specifico (foto il primo, video il secondo, anche se attualmente Flicker ha cominciato a conservare anche video).

Per estenzione anche DeviantArt e Deezer devono essere SN.
D.A. crea reti sulla base della condivisione di contenuti artistici (foto, disegni, piccoli software). Deezer su quella di playlist musicali.

Ai blog in un primo momento non avevo pensato. I blog sono blog… non avevo pensato a definirli altrimenti. In effetti mi torna che vadano nei SN.

Quello che mi sta facendo scervellare è il fatto che il 90% dei miei compagni di corso abbia inserito tra i SN Messenger (immagino MSN Messenger).
Il mio primo istinto è stato “MESSENGER NON E’ UN SOCIAL NETWORK”. Diamine! Non ho mai letto che Messenger sia un SN!

Eppure i “messenger” continuavano a fioccare in quella lista… e sono entrata anche io nel dubbio.

Sono andata a rileggere la pagina del prof sul social networking e ci ho trovato Facebook, Myspace e Flicker e i blog e altro, ma nessun accenno a MSN.

Messenger NON è un social Network.

Perché?

In effetti… mette la gente in comunicazione. PERO’ questo lo facevano anche il telefono e le email. Nessuno ha pensato di inserire telefono ed email nella lista. Perché no, il telefono? Perché consente una comunicazione uno ad uno (se si eccettuano alcuni esperimenti, credo falliti, di chiamate collettive)? Ma le email hanno gli invii multipli e le mailing list. Tengono in contatto anche grandi gruppi. Non sono social network? No.

Insomma, credo che la grande differenza stia nel fatto di palesare o meno la rete.
Nei social network è sempre possibile vedere gli amici degli altri (in un certo senso, bloccare questa possibilità, ove sia previsto, snatura il mezzo) ed anche provare a contattarli.

Messenger non prevede la condivisione degli amici più di quanto la prevedesse il buon vecchio telefono.

Ma la rete è anche più ampia, in quanto, potenzialmente, tutti possono chiedere il contatto a tutti e vale per i blog, vale per Flicker, per Deezer, per DeviantArt etc. Per chiedere un contatto messenger devo conoscere la persona e farmi dare l’indirizzo.

Messenger, in fin dei conti, è solo una forma più evoluta e indipendente della piccola chat al piede della pagina di Faceook. Il social network di cui fa parte sono gli Windows Live Space (benché il collegamento sia molto meno forte e noto che nel caso di Fb).

Quindi, secondo me, Messenger non va iscritto nella lista dei Social Network.

[tutto ciò non l’ho scritto per essere pedante coi miei poveri compagni di corso, ma perché voglio evitare di scrivere un post su PubMed che proprio non mi attira per nulla. Vale lo stesso, vero?]

Annunci

Flickr è un social network dedicato alla condivisione di fotografie.

Perché sceglierlo per condividere le proprie foto di feste ed eventi tra amici?
– è gratis
– è facile
– consente alta risoluzione (quindi chi scarica le foto potrà poi stamparle in modo decente)
– consente di decidere chi può accedere alle foto e chi no
– l’interfaccia è carina

Crearsi un account è gratuito e consente di caricare 200 foto (un tot di megabite al mese).
Oltre le 200 foto potete ancora caricare quante foto volete, solo che via via le prime diventeranno inaccessibili (non vengono cancellate. Potrete rivederle passando all’account a pagamento – che ha un costo molto ragionevole).

L’account gratuito permette inoltre di creare tre “set”, album tematici.

Le foto possono essere caricate a risoluzione piena il che rende Flicker un mezzo ottimo per condividere le foto di un certo evento con gli amici. Questi, infatti, potranno vederle, sceglierle, scaricarle e stamparle.

COME SI FA?

Andate su http://www.flickr.com/. Il pulsante “crea il tuo account” è molto evidente in alto a destra. Vi chiederà di creare un account yahoo o di eseguire il login, se lo avete. Create l’account (gratis) e loggatevi.

Vi consiglio caldamente di scaricare il Flickr Uploader che vi viene proposto, anche se sarebbe possibile caricare le foto direttamente dal computer. Con l’uploader è molto più facile e veloce e dalle preferenze potrete decidere se e quanto ridimensionare interi gruppi di immagini.

flicker uploader icona

uploader

Un’altra cosa che potete decidere è se le foto saranno pubbliche o private o visibili solo per amici e familiari.
Che vuol dire?
Le foto pubbliche cono disponibili a tutti gli utenti del web.
Quelle per amici e familiari sono disponibili per gli utenti di flicker che decidete di segnalare come tali (devono, perciò, avere un account) e per coloro a cui manderete un apposito link.
Quelle private sono disponibili solo per coloro a cui manderete un apposito link.

Per creare questo misterioso link però dovete creare un set.

E’ FACILE.

C’è il menù ORGANIZZA. Cliccateci, senza preoccuparvi della freccettina. Vedrete questo:

organizer

Selezionate la seconda linguetta “set e raccolte”. Poi vedrete in alto a sinistra la scritta “Crea una nuova raccolta o un nuovo set”. Cliccate sulla parola “set”. Poi trascinate le anteprime delle foto che volete dove c’è l’eloquente scritta “Trascina qui gli elementi…”

Date al set un nome, una descrizione e salvate.

Poi tornate al vostro album principale… “il tuo album”, in alto a destra.

Vedrete il set sulla destra. Cliccateci.

un set

Un set aperto

In alto a destra vedete le voci “slideshow” e “condividi”. Scegliete “condividi”.

immagine-101

Scegliete la modalità che preferite e spedite il link (o “Pass Ospite”) solo alle persone che volete che vedano le foto… per esempio gli altri presenti all’evento.

Ovviamente vi risparmiate un sacco di fatica se le vostre foto sono pubbliche (basterà inviare ai vostri amici il link della pagina, senza creare set o passare da “condividi”).

Però, magari, non volete che tutti tutti tutti vedano quelle foto. Magari avete una reputazione da rispettare e le vostre foto mentre ballate sui tavoli preferite mostrarle solo agli amici che quella sera ballavano sul tavolo con voi. Oppure tra i vostri soggetti ce n’è uno che NON VUOLE ASSOLUTAMENTE vedersi su internet (la sua volontà va assolutamente rispettata!).

Questo è un modo per aggirare il problema. L’effetto è lo stesso (+o-) che passarsi le foto su cd o penna usb, ma per farlo con quei mezzi è necessario vedersi… cosa non sempre possibile in tempi brevi.

Se non volete pagare (sono poco più di 10€ all’anno) avrete solo 3 set: potrete crearli, diffondere il Pass, aspettare che i vostri amici abbiano scaricato le foto… poi li cancellate e ne create di nuovi.

Così, se visitate il mio album http://www.flickr.com/photos/10087008@N07/ vedrete foto più o meno serie, foto che raffigurano paesaggi, animali, cose, personaggi pubblici o me stessa (ultimamente però sgarro e pubblico anche foto di amici). Non vedrete le foto della cena di ieri coi miei neo amici del corso di laurea… a meno che non abbiate ricevuto il link apposito.

Se non vi piace Flickr ci sarebbe anche Picasa, legato a Google, che offre un servizio simile. Ma l’interfaccia mi piace meno…