You are currently browsing the monthly archive for settembre 2009.

L’idea del fotolibro mi piace moltissimo (volete farmi un regalo sicuramente apprezzato???), ma non ho ancora trovato la soluzione ideale.
A me interessa che le foto siano ad una buona risoluzione, ma non sono una fanatica, in compenso mi piace disporre le foto come preferisco e poterle corredare delle mie note.
I siti che offrono questi servizi presentano sempre dei layout abbastanza vincolanti, buoni per chi con la grafica non se la rigoverna ma per me stressanti.
Dovrebbero fare un livello easy ed uno hard come nei videogame 😉

Beh… diciamo che semplici semplicissimi non sono nemmeno.
Io ho usato photobox per un paio di lavori e quest’anno Ilmiolibro.it.

Entrambi questi siti offrono un format compatto intorno ai 19x13cm (photobox è un po’ più quadrato) con prezzi ragionevoli. Solo che photobox è ragionevole solo se becchi le offerte (piuttosto frequenti), mentre Ilmiolibro ha prezzi stabili.

A mio parere i modelli di photobox sono più gradevoli. Inoltre offrono la possibilità di inserire anche  3-4 foto nella stessa pagina, il che costituisce l’unica speranza di inserire più di una foto orizzontale per pagina.

Chi sapesse usare Photoshop potrebbe aggirare i vincoli sia di photobox che di Ilmiolibro montando le foto manualmente ed inserendole come una foto unica senza bordo, ma ATTENZIONE, Ilmiolibro.it taglia un bordo di circa 1 cm dal margine (e non è segnalato affatto bene!) quindi è necessario tenerne conto.

Chi ha letto il post precendente sa che problemi ho avuto con la consegna dell’ultimo ordine (da Ilmiolibro.it).
Però la cosa che mi ha fatto più arrabbiare è proprio il taglio delle foto. C’era un alone grigio su quella porzione di album, ma ho letto tutto quel che c’era da leggere e da nessuna parte avvertivano che sarebbe stata tagliata.
Ho protestato al servizio clienti e non mi hanno dato il minimo segno di risposta.
Questa è stata una grave mancanza.
D’altra parte sembra essere un servizio in evoluzione (dalla prima volta che sono entrata all’ultima hanno aggiunto la possibilità di caricare foto da Flickr e Pikasa)… chissà

Immagine 1

1 Ottobre 2009 – Giuntina a posteriori: a un mese circa (forse meno) dalla consegna, i fotolibri che ho ordinato a ilmiolibro.it hanno cominciato a presentare delle misteriose scalfiture, come se fossero state grattate e l’inchiostro si fosse staccato. Questo soprattutto nelle pagine di mezzo. Visto che ho tenuto i libretti con la massima cura, sfogliandoli spesso ma senza mai lasciarli in condizioni in cui risciassero di strusciare non riesco a capire. Non sono molto soddisfatta…

Annunci

Sto sklerando. Detesto fare gli acquisti on-line. Mi piace vedere il prodotto, comprarlo e averlo subito per le mani.
Purtroppo non ho trovato ancora un negozio che stampi photobook a prezzi ragionevoli a Firenze, così l’ho ordinato su www.ilmiolibro.it.

La spedizione, tramite SDA, doveva metterci 24h per l’Italia, 48 per l’Europa. SDA permette seguire il percorso dei propri pacchi, così so che l’ordine fatto il 26 Agosto (mercoledì) è partito il 31 Settembre (lunedì) da Roma, indi per cui avrebbe dovuto essere da me l’1, massimo il 2. Il 2 ho controllato lo stato della spedizione e arg arg ho trovato che l’indirizzo gli risultava errato. Peccato che l’indirizzo, riportato nella pagina stessa, fosse corretto! Infatti presto è tornato “in consegna” ma è finito bloccato da “cause di forza maggiore” il 2. Preoccupata ho telefonato all’assistenza e mi è stato assicurato che il pacco sarebbe arrivato il 3. Il 3 non è arrivato, anzi, si è traformato in “consegne particolari” e poi è finito in “giacenza”. Richiamo. Una operatrice cortese manda un fax per risolvere la situazione, dicendo che così il pacco sarebbe arrivato l’indomani. L’indomani era un venerdì e il pacco non è arrivato. Sono rimasta tutto il fine settimana con la promessa digitale di “consegna domani o prossimo giorno lavorativo”. Frattanto, visto che avevo scritto alcune email prima di telefonare, mi arrivano le risposte. Entrambe garantiscono la consegna per il 7 settembre. Anche il tracciamento stamani rassicurava per una “consegna in mattinata”. Ma la mattinata è passata ed ora hanno deciso che c’era la “chiusura settimanale”.

Ma all’SDA non lo sanno quando c’è la chiusura settimanale???
E poi stanno chiusi sabato, domenica e lunedì?

E dire che le spese di spedizione erano state il mio maggior cruccio visto che andavano a raddoppiare il costo dell’oggetto ordinato. Circa 7 euro per spedire un oggetto di pochi grammi da Roma a Firenze un 8 giorni (con la speranza che domani il pacco, al fine pervenga)… troppi.
Peccato che i furbini si mettano subito al riparo e nelle note in piccolo specifichino che non garantiscono i tempi di consegna. Si limitano a dire che generalmente bastano 24/48 ore. Che colpa ne hanno se nel mezzo c’è l’invasione degli Unni, uno Tsunami o un’epidemia di peste (queste immagino le cause di forza maggiore)?

Tutto ciò casca proprio male perché sono preoccupata anche per la resa dell’album stesso dato che il sito, dopo l’acquisto, mostra un’anteprima diversa da quella che mostrava prima dell’acquisto e taglia via un bel pezzo di ogni pagina. Mi aspettavo di dover protestare per questo (adesso più che mai spero di avere una sopresa positiva), non credevo di passare una settimana a litigare per ricevere il mio ordine.

SDA